ANNO CATECHISTICO 2017 - 2018

CRESIMA

Iscrizioni

entro il mese di settembre 2017

possibilmente, solo quelli che abitano nel territorio della parrocchia

Al momento dell’iscrizione i genitori sono pregati di versare una quota di dieci euro (€ 10,00)

per le spese ordinarie relative al catechismo.

Le iscrizioni si ricevono in parrocchia nelle ore di apertura dell’Ufficio Parrocchiale (vedere Home Page)

 

Parrocchie San Massimiliano Kolbe e Santa Maria Assunta di Tabano


MESSA DELLE FAMIGLIE

ogni domenica ore 11,30

 

sito web : www.smkjesi.it - posta elettronica : smkjesi@smkjesi.it

 

======================================================

CRESIMA 2018

Il catechismo per coloro che faranno la Cresima nel 2018

avrà inzio lunedì 6 novembre 2017.

Le iscrizioni dovranno essere fatte

entro il mese di settembre 2017

Il Catechismo si terrà il lunedì

dalle ore 15,00 alle ore 16,00

nel sottochiesa

                                       Lunedì: 06-13-20-27 novembre; 
                                                    04-11-18 dicembre;
                                                    08-22 gennaio; 
                                                    05-19 febbraio;
                                                    05-19 marzo;
                                                    09-16-23 aprile

===============================================================================-
   

IL RUOLO DEL PADRINO E DELLA MADRINA

NEI SACRAMENTI DEL BATTESIMO E DELLA CRESIMA

Chi è il Padrino o la Madrina?

1. E’ un credente:

- crede in Dio e nel suo amore, manifestato agli uomini per mezzo della testimonianza di Gesù Cristo (aspetto visibile della fede);

- vive in modo coerente la vita cristiana e non ha difficoltà ad accettare l’insegnamento del Vangelo, affidato alla Chiesa;

- rende partecipe di questa sua esperienza il candidato alla Cresima.

2. E’ un educatore:

2.1. ha un rapporto aperto e di fiducia con il Candidato (e non solo con i genitori);

2.2. con il Candidato condivide la proposta di vita cristiana e anche la pratica religiosa relativa:

a. ascolto della Parola di Dio e della crescita nella sua conoscenza;

b. preghiera personale e, soprattutto, di quella comunitaria, che ha il suo momento più significativo nell’incontro della domenica;

c. testimonianza della carità, nell’onestà del lavoro professionale e nell’attenzione alle necessità di chi è nel bisogno.

3. E’ un garante:

nel sacramento della Cresima il Padrino o la Madrina si rende garante della fede del candidato, che si manifesta nell’ascolto della Parola, nella preghiera personale e comunitaria, nella testimonianza della carità.

il Padrino o la Madrina nei documenti della Chiesa

(Da “La Chiesa in preghiera”, vol. III “I SACRAMENTI”, pag. 41)

“Il catecumeno è assistito, durante tutta la sua preparazione, da un fedele veterano che lo rende partecipe della sua esperienza di vita cristiana e si farà garante del suo cammino davanti ai responsabili della Chiesa…

…Non è raro che il padrino sia quello che ha risvegliato alla fede il candidato”

(Dal “Nuovo Dizionario di Liturgia”, pag. 291)

“Più delicato è il problema dei padrini e delle madrine, un istituto che ha tuttora un motivo di sussistenza a condizione di una sua restaurazione, che va dal criterio di scelta delle persone alla determinazione della loro funzione educativa nel periodo dopo la confermazione. Un padrino che fa la sua comparsa solo nel giorno della Cresima è un elemento che svisa il significato del sacramento, trasformandolo in un rito convenzionale. La scelta, quindi, da non riservare alla sola famiglia o ai ragazzi, ma concordata con i responsabili della catechesi, sarà orientata su persone mature, serie, in grado di poter esercitare un influsso sulla famiglia e sui cresimandi”.

(Dal “Codice di diritto canonico”)

Can. 892: Il confermando sia assistito per quanto è possibile dal padrino, il cui compito è provvedere che il confermato si comporti come vero testimone di Cristo e adempia fedelmente gli obblighi inerenti allo stesso sacramento.

Can. 893: § 1 - Affinché uno possa adempiere l’incarico di padrino, è necessario che soddisfi le condizioni di cui al can. 874.

§ 2 – E’ conveniente che come padrino venga assunto colui che ebbe il medesimo incarico nel battesimo.

Can. 874: § 1 – Per essere ammesso all’incarico di padrino, è necessario che:

1. sia designato dallo stesso battezzando o dai suoi genitori o di chi ne fa le veci, oppure, mancando questi, dal parroco o dal ministro e abbia l’attitudine e l’intenzione di esercitare questo incarico;

2. abbia compiuto i sedici anni, a meno che dal Vescovo diocesano non sia stata stabilita un’altra età, oppure al parroco o al ministro non sembri opportuno, per giusta causa, ammettere l’eccezione;

3. sia cattolico, abbia già ricevuto la confermazione e il santissimo sacramento dell’Eucaristia, e conduca un vita conforme alla fede e all’incarico che assume;

4. non sia irretito da alcuna pena canonica legittimamente inflitta o dichiarata;

5. non sia il padre o la madre del battezzando.

§° 2 – Non venga ammesso un battezzato che appartenga ad una comunità ecclesiale non cattolica, se non insieme ad un padrino cattolico e soltanto come testimone del battesimo.

 

================================================================

 * chi è chiamato a svolgere il ruolo di Padrino o Madrina

è invitato a leggere con attenzione quanto sopra e a sottoscrivere la seguente dichiarazione:

DIOCESI DI JESI (AN)

parrocchie San Massimiliano Kolbe e santa Maria Assunta di Tabano

DOCUMENTO DI IDONEITA'

Io sottoscritto/a

____________________________________

chiedo di poter fungere da Padrino/Madrina
nella celebrazione del sacramento del Battesimo/Cresima

Dichiaro, davanti a Dio e alla mia coscienza:

- di essere battezzato/a e cresimato/a;

- di partecipare assiduamente ai sacramenti;

- di vivere la mia fede secondo l'insegnamento della Chiesa Cattolica;

- di impegnarmi, con la parola e con la vita, perché


__________________________________

 

figli___ di _______________ e di ______________________________

 

cresca in sapienza e grazia sull'esempio di Gesù Cristo.

 

In fede.

 

Jesi, _______________________

 

 

________________________________________

(firma del Padrino/della Madrina)

                                                                                      IL PARROCO

__________________________________________

 

===============================================================

Contatti

Parrocchia San Massimiliano Kolbe:
Via San Massimiliano Kolbe, 1
60035 - Jesi (AN)
Tel. 0731 203036
smkjesi@smkjesi.it