ANNO CATECHISTICO 2018 - 2019

CRESIMA

Iscrizioni

entro il mese di settembre 2018

possibilmente, solo quelli che abitano nel territorio della parrocchia

Al momento dell'iscrizione i genitori sono tenuti a versare una quota di dieci euro (€ 10,00)

per le ordinarie ordinarie al catechismo.

Le iscrizioni si ricevono nelle parrocchie nelle ore di apertura dell'Ufficio Parrocchiale ( vedere la Home Page )

 

Parrocchie San Massimiliano Kolbe e Santa Maria Assunta di Tabano

 

 

sito web: www.smkjesi.it - ​​posta elettronica: smkjesi@smkjesi.it

 

================================================== ====

CRESIM A 2019

Sono catechismo per chi che faranno la Cresima nel 2019

entro lunedì 5 novembre 2018.

Le iscrizioni potrebbero essere fatte

entro il mese di settembre 2018

Il Catechismo si tiene il lunedì

dalle ore 15,00 alle ore 16,00

nell'Oratorio 

                               Lunedì:ore 15.00/ore 16.00

================================================== ============================= -
   

IL RUOLO DEL PADRINO E DELLA MADRINA

NEI SACRAMENTI DEL BATTESIMO E DELLA CRESIMA

Chi è il Padrino o la Madrina?

1. E ' un credente :

- in Dio e nel suo amore, manifestato agli uomini per mezzo della testimonianza di Gesù Cristo (aspetto visibile della fede);

- vive in modo coerente la vita cristiana e non ha difficoltà ad accettare l'insegnamento del Vangelo, affidato alla Chiesa;

- rende partecipe di questa sua esperienza il candidato alla Cresima.

2. E ' un educatore :

2.1. ha un rapporto aperto e di fiducia con il Candidato (e non solo con i genitori);

2.2. con il Candidato in comune con la proposta di vita cristiana e anche la pratica religiosa relativa:

un. ascolto della Parola di Dio e della crescita nella sua conoscenza;

b. preghiera personale e, soprattutto, di quella comunitaria, che ha il suo momento più significativo nell'incontro della domenica;

c. testimonianza della carità, nell'onestà del lavoro professionale e nell'attenzione alle necessità di chi è nel bisogno.

3. E ' un garante :

nel sacramento della Cresima il Padrino o la Madrina si rende garante della fede del candidato, che si manifesta nell'ascolto della Parola, nella preghiera personale e comunitaria, nella testimonianza della carità.

il Padrino o la Madrina nei documenti della Chiesa

(Da " La Chiesa in preghiera" , vol. III "I SACRAMENTI", pag 41)

"Il catecumeno è assistito, durante tutta la sua preparazione, da un fedele veterano che lo rende partecipe della sua esperienza di vita cristiana e si farà garante del suo cammino davanti ai responsabili della Chiesa ...

... Non è raro che il padrino sia quello che ha risvegliato alla fede il candidato "

(Dal "Nuovo Dizionario di Liturgia ", pag 291)

"Più delicato è il problema dei padrini e delle madrine, un istituto che ha tuttora un motivo di sussistenza a una sua situazione educativa nel periodo dopo la conferma. Un padrino che fa la sua storia da solo nel giorno della Cresima è un elemento che svisa il significato del sacramento, trasformandolo in un rito convenzionale. La scelta, dunque, da non riservare alla sola famiglia o ai ragazzi, ma concordata con i responsabili della catechesi, sarà orientata su persone mature, serie, in grado di poter esercitare un influsso sulla famiglia e sui cresimandi ".

(Dal " Codice di diritto canonico" )

Può. 892: Il confermando sia assistito per quanto è possibile dal padrino, il cui compito è provvedere che il futuro si comporti come vero testimone di Cristo e adempia fedelmente gli obblighi inerenti allo stesso sacramento.

Può. 893: § 1 - Affinché uno possa adempiere l'incarico di padrino, è necessario che le condizioni di cui al can. 874.

§ 2 - E 'conveniente che venga padrinato come assunto colui che ebbe il medesimo incarico nel battesimo.

Può. 874: § 1 - Per essere ammesso all'incarico di padrino, è necessario che:

1. sia designato dallo stesso battezzando o dai suoi genitori o di chi ne fa le veci, oppure, mancando questi, dal parroco o dal ministro e abbia l'attitudine e l'impegno di esercitare questo incarico;

2. abbia compiuto i sedici anni, o al contrario, non è necessario, per giusta causa, ammettere l'eccezione;

3. sia cattolico, abbia già ricevuto la conferma e il santissimo sacramento dell'Eucaristia, e conduce una vita conforme alla fede e all'incarico che assume;

4. non sia irretito da nessuna pena canonica legittimamente inflitta o dichiarata;

5. non sia il padre o la madre del battezzando.

§ ° 2 - Non viene ammesso un battezzato che appartenga ad una comunità ecclesiale non cattolica, se non insieme ad un padrino cattolico e mai come testimone del battesimo.

 


Contatti

Parrocchia San Massimiliano Kolbe:
Via San Massimiliano Kolbe, 1
60035 - Jesi (AN)
Tel. 0731 203036
smkjesi@smkjesi.it